28 febbraio 2016

image

Il giorno 28 febbraio 2016 i ragazzi della Scuola Bulgara di Milano, si riuniranno per festeggiare il 3 marzo, giornata nazionale della Bulgaria, e per preparare delle “MARTENIZI” per i primi di Marzo.

 

MARTENIZA

imageDurante la prima settimana di Marzo è tradizione scambiarsi le “Martenizi” augurandosi “честита Баба Марта” (Felice Baba Marta).

La “мартеница” (marteniza) è un ornamento bianco e rosso, il bianco simboleggia i capelli e la vecchiaia, simboleggia anche la neve che sta andando via, mentre il rosso simboleggia le guance e il sole che sta arrivando.

Questa tradizione esiste fin dal IX secolo e tutt’oggi persiste. Nel passato le mogli davano questi ornamenti ai mariti come portafortuna.

imageLa marteniza si tiene fino a quando non si vede una cicogna, simbolo dell’ inizio della primavera, oppure fino alla fine del mese. Una volta tolta la marteniza la si lega ad un albero da frutto o sotto un sasso e si esprime un desiderio.

 

Potete trovare maggiore informazione nel post: “MARTENIZA”

 

FESTA NAZIONALE DELLA BULGARIA

Il 3 marzo del 1878, con il trattato di Santo Stefano, la Bulgaria ottiene la liberazione dall’Impero Ottomano, grazie alla guerra Russo-Turca.
Dopo quasi 500 anni sotto il dominio dei turchi, la Bulgaria decide di ribellarsi nel 1877 e, ottenendo l’aiuto dell’impero Russo, riesce ad ottenere la propria libertà.

image

Ai giorno d’oggi, il 3 marzo si festeggia la Liberazione della Bulgaria. Tutta la giornata viene dedicata per ricordare le persone che sono morte per la propria patria, ma anche per ricordare il valore di essere un cittadino bulgaro.

imageNelle città ci si riunisce davanti alle chiese e ai monumenti dedicati ai morti durante la guerra per posizionare delle ghirlande di fiori.

A Sofia il presidente della repubblica assiste a tutto il festeggiamento insieme alle forze militari e ai cittadini.
La giornata prosegue con le preghiere in chiesa, il levarsi della bandiera bulgara con il discorso del presidente, seguito dalle dimostrazioni militari e i fuochi d’artificio.

imageIn questa giornata molte persone si recano a “Шипка” (shipka), un passaggio di circa 18 km sulle montagne, sul quale venne combattuta la guerra Russo-Turca. Le persone raggiungono, tramite circa 900 gradini, il monumento alla fine del passaggio. Cantando l’inno della Bulgaria.

In questa giornata ci si sente veramente fieri di esseri bulgari, anche per chi si trova al estero e segue tutte le festività.

 

Per festeggiare queste due importanti tradizioni anche in Italia, a Milano, il gruppo “Nashenzi” e la scuola bulgara, hanno deciso di organizzare una festa il 28 febbraio 2016 in Via Marsala 8 suddividendo la giornata in:

Dalle 11:30 alle 12:30 si potrà creare delle “Martenizi” insieme ai bambini della scuola bulgara. Un attività sia per giovani che per adulti. Chi volesse provare può iscriversi inviando una mail a bgschoolmilano@gmail.com.

Dalle 12:30 in poi ci sarà una presentazione delle due tradizioni e poi si festeggerà con “Nashenzi” riunendosi per un banchetto e per ballare insieme a loro.

 

Per ulteriori informazioni potete visitare le pagine Facebook di: scuola bulgara.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...