imageMARTENIZA
La “мартеница” (marteniza) è un ornamento bianco e rosso, che si indossa nel periodo di marzo.

Questa tradizione esiste fin dal IX secolo e tutt’oggi persiste.

 

 

LE ORIGINI

imageNel IX secolo si usava andare in guerra agli inizi di marzo e, per questo, le mogli dei soldati davano ai mariti questi ornamenti che potevano essere semplici fili intrecciati o bambole che raffigurano un uomo e una donna.
Il colore rosso era attribuito al sangue che non doveva essere versato dal soldato e il bianco raffigurava il volto delle mogli in pensiero. Questo regalo veniva fatto anche in onore di Baba Marta, in modo che il clima non peggiorasse durante tutta la guerra.

IL SIGNIFICATO OGGI

Oggi il colore rosso sta a simboleggiare le guance, mentre il bianco simboleggia i capelli e la vecchiaia. La marteniza rappresenta anche i colori della natura, il bianco è la neve che se ne sta andando e il rosso è il sole che sta arrivando.

 

imageLA TRADIZIONE OGGI

Il 1^ di marzo ci si scambia le martenizi e ce le si mette sul polso augurandosi “честита Баба Марта” (Felice Baba Marta). La marteniza si tiene fino a quando non si vede una cicogna, simbolo dell’inizio della primavera, oppure fino alla fine del mese. Una volta tolta la marteniza si lega ad un albero da frutto o sotto un sasso e si esprime un desiderio.

 

LEGGENDA: BABA MARTA E IL FRATELLO

Baba Marte insieme a suo fratello Febbraio, preparano una botte di vino che poi si divideranno, la parte superiore andrà a Baba Marta, mentre la parte  inferiore al fratello. Così, quando arriva il mese di Febbraio, il fratello inizia a bere il vino dalla botte e, quando finalmente arriva il mese di Marzo, Baba Marta va per prendere un bicchiere di vino, ma trova tutto vuoto e così si arrabbia col fratello facendo cadere delle bufere di neve, ma poi, quando si rende conto che infondo è sempre suo fratello, si mette a ridere e fa sorgere il sole.

 

CURIOSITÀ

Chiunque abbia cacciato una cicogna dal proprio tetto (o in generale da qualsiasi luogo), si è ritrovato una enorme sfortuna.
Ad esempio; un sindaco fece cacciare le cicogne da un campanile e nei giorni successivi finì in prigione per altri motivi.

Una risposta a "MARTENIZA"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...